francesco di domenico il blog francesco di domenico il blog dido | dido letteratura | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

dido
gli occhi della memoria sono più acuti di quelli di uno sparviero


Diario


28 marzo 2009

Nuovo giallo, vecchie passioni.

                                               

Nuovo giallo, vecchie passioni.

Quando cominci un giallo italiano e sai che è ambientato in Usa sei già prevenuto, pensi ad un pescatore di lucci del Po’ che vada a caccia di squali bianchi a San Diego; e hai anche paura dell’effetto “Tenente Sheridan”, che ha connotato troppa letteratura noir nostrana.

Ma con Violet Red bisogna ricredersi su di un paio di cose: che gli italiani non possano fare noir yankee, e che non siano in grado di farlo le donne.

Con questo libro dobbiamo ricrederci, su più cose.

“Fuori la luce della luna oscillava insieme al movimento delle nubi spinte dal vento, Alanna si affacciò dalla sua tana di cemento e vide la luce fredda e bluastra disegnare le figure di un uomo e di una donna.”

Questo è, secondo me, uno dei pochi passaggi barocco/italiani ( sebbene molto bello)di tutto il libro, per il resto la storia è narrata come se le due autrici fossero vissute a Cicero o a Des Plaines, o fossero state in giro per anni a rimorchiare policeman fuori servizio lungo la Columbus Drive di Chicago.

La location sul Michigan è perfetta, come il jazz che si “immagina” in sottofondo.

La descrizione del “Distretto Foster”, dove lavorano alcuni personaggi, è rigorosa e scientifica, e posso dirlo con una certa cognizione vista una mia antica frequentazione del dipartimento di polizia di Virginia Beach, dove lavora una mia cugina detective.

       
   Rosaria Di Domenico & Francesco Di Domenico - Virginia Beach - Usa 2004


Il corpo del racconto è intricato ed intrigante, degno di un grande maestro del poliziesco mondiale, il mitico “Salvatore Albert Lombino”, che detto così non fa’ capire che parliamo del narratore principe e creatore dell’ “87° Distretto”, Ed Mc Bain.

E’ pieno di colpi di scena il libro, ed i risvolti psicologici non sono una fesseria da poco quando scannerizzano il maschio e la sua fragilità interiore, nascosta da millenni di maschismo. Non si può dire che gli uomini siano trattati male, ma “denudati” del proprio orgoglio questo si.

Io l’ho letto in treno, da Roma  verso Partenope.

Ho viaggiato con Sandy, Valerio, Ian, accartocciato di passione su di un sedile di intercity; il viaggio è finito troppo in fretta e, quando scendendo ho scoperto di essere arrivato ad Aversa e non a Milwaukee, un enorme luccicone mi è apparso sotto l'occhio destro, era il fumo che la prima sigaretta dopo due ore mi era entrato nell'occhio, o cos'altro...?


“Viole(n)t Red” Laura Costantini & Loredana Falcone BiettiMedia 16€

 

sfoglia     gennaio        aprile
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
info letterarie
arte

VAI A VEDERE




maria chiara di domenico
simonoir
Didò
Silvia Leonardi
Cristina Bove "Sweet"
Stefano Mina
Stefano Mina Pittore
Letteratitudine M.Maugeri
Gea blog di classe
Didò II - Le noveau
Acquista Didò
Via delle Belle Donne
Didò su VDBD
"dolce" Morena Fanti
Riccardo Marassi


 

Un attimo

Felice/mente spossato/a,

un attimo è stato un attimo

neanche il tempo di pensarlo, l'attimo

un grande fiume caldo salito al cuore

e giù fino all'infinito, un attimo

è stato un attimo/ veloce come

cavaliere che rincorre la giumenta

scappata in un attimo e raggiunta

come fiume caldo fuggito dal cuore,

un attimo è stato un attimo.

 

F. Di Domenico 29 XII 2009

 

Un omaggio a due attimi, differiti,

ma unisonici.

 

 

 “…il culo del cammello, smuove le dune
 del deserto…”
 “Pensieri sullo sterco molle delle dune a
 nord di Rabat”
 
 di Zhui El Khan
 


  Il nuovo libro

       La mia prima antologia personale
       21 racconti/ventuno soluzioni di
       vita per chi crede di essere normale.
  
        
         le tre antologie
    che raccolgono miei racconti

        


       

     

    

    

    

    

Arte & Artisti di Famiglia



        

Maria Chiara Di Domenico "Deserto d'oro"

          Scultura & Pittura
          
          
               
                
Ahmed Al Safi
Nato in Iraq nel '71, allievo di Ismail Fattah
padre dell'arte irakena. Vincitore del premio
"Ismail Fattah 2000". L'arte di Al Safi, riflet-
te quella generazione di artisti che negli an-
ni novanta hanno vissuto il disagio dell'emb-
argo
e della dittatura saddamista e, succes-
sivamente dell' ulteriore sfacelo dell'
Iraq con
l'arrivo delle truppe straniere.
Vive e lavora a Issoudun in Francia, nella
splendida regione de "L'Indré".


 The Lord

The Saatchi Gallery - Contemporary art in London

Ahmed Al Safi - "Didò scrittore"




 

     


 

 

CERCA