francesco di domenico il blog Rock Sentimentale - Patrizia Rinaldi | dido | dido letteratura | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

dido
gli occhi della memoria sono più acuti di quelli di uno sparviero


Diario


30 settembre 2011

Rock Sentimentale - Patrizia Rinaldi

“Ora dico io: ma si deve essere proprio scemi a perdere pace per una che ti fa sentire un nulla, che ti fa sentire un neo bianco nella via lattea che si confonde nello sfondo. È volere bene ad un moscerino in un occhio quando vai in motorino…”

 

Patrizia Rinaldi è amica mia. C’è conflitto di interessi.
Patrizia Rinaldi è una solida scrittrice e, essendo io un autore piccolo ma comunque muratore di parole, diciamo scrittore con la cazzuola, sarei un suo collega.
C’è conflitto d’interesse.
Patrizia Rinaldi e pure bella (ma qui dove sta’ il conflitto?).
Rock sentimentale è il suo romanzo del 2011, romanzo non libro, perché quest’anno ha pubblicato Il Cavedio (Fernandel Editore), libro a quattro mani e una tenera antologia semi umoristica titolata Le felicità consumate (Cento Autori Editore).
La Rinaldi, che ha vinto una carriola di premi - ora non mi metto a elencarli, andate su Wikipedia - tra cui il Premio Elsa Morante, è convinta di aver scritto un libro per ragazzi, anche la El Edizioni ne è convinta (vi dice poco il nome El? È una storica casa editrice triestina, fin dal 1849, che essendo di proprietà Einaudi gestisce tutta la letteratura per ragazzi del colosso torinese).

 

Rock sentimentale è invece un romanzo grande e adulto. Narra un pezzo di società italiana attraverso una famiglia tipo, madre, figlio maschio, figlia femmina, padre - ghost (quasi tutti i padri sono fantasmi che aleggiano negli appartamenti). Il linguaggio adottato dalla scrittrice è impressionante talmente è preciso nella riproduzione del lessico giovanile, e se non conoscessi la sua età, direi che siamo davanti al fenomeno di una giovane promessa letteraria che ha meno di 22 anni.

 

Blanca Flaccovio Editore 2009

        Chi è il personaggio principale che non mi faccia dire “è una storia corale”? Mau, la madre, ex rock, ex giovane, ex (crede lei) bella?, con un nome che è un acronimo di Mena Assunta Umberta, sintetizzato per pudore? Con le nevrosi delle 40enni, con ancora nel sangue la Fender Telecaster e le vibrazioni di Springsteen, ma madre chioccia?

Oppure il figlio maschio Moo, così chiamato perché risponde sempre con indolenza napoletana alle richieste degli altri - “Si, mo’, adesso, mooò vengo…”? Moo che è amico/fratello di Pisolo, e che tutti e due insieme dovrebbero innamorarsi di Ludo, deabiondabellissima del liceo?
O Pisolo, che sarebbe Sergio, ma è Pisolo perché raramente è stato visto sveglio, perché lavora nella pizzeria del padre e non dorme, perché la camorra chiamata con eufemismo poetico/giovanile “Criminal”, gli fa saltare la pizzeria?
O Maria Stella? che la vorremmo tutti per figlia/sorella/fidanzata perché è tutto il positivo che una famiglia può avere - ma pure lei, oh, ne combina…
 
 
 
O è la musica il personaggio principale, l’oggetto animato, quasi soggetto, che viaggia carsico per le pagine?
È un coro greco indolente, tutte le voci della narrazione si sovrappongono e si uniscono senza preoccupazione, con uno statico determinismo, quella che definisco: “l’ineluttabilità della vita”, tutto sembra ineluttabile, come nella legge di Murphy, se deve accadere accadrà. Anche il lieto fine può accadere, come si fa a saperlo?
È un delizioso romanzo, ma via dalle categorie, facciamo scaffali da 10 a 70 anni nelle librerie e aboliamo i generi, ne guadagnerà la cultura.
Da leggere subito, magari a un tavolino da caffè, cercando di capire chi siamo noi, se la tenera e sconvolta madre Mau, o la deliziosa intelli/Maria Stella.
Siamo vecchi o giovani? O tuttinsieme?
 
ROCK SENTIMENTALE 
EL EDIZIONI
(Einaudi Ragazzi) €10.50
(Che mi sembra un prezzo ridicolo per 180 deliziose pagine)

sfoglia     aprile        ottobre
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
info letterarie
arte

VAI A VEDERE




maria chiara di domenico
simonoir
Didò
Silvia Leonardi
Cristina Bove "Sweet"
Stefano Mina
Stefano Mina Pittore
Letteratitudine M.Maugeri
Gea blog di classe
Didò II - Le noveau
Acquista Didò
Via delle Belle Donne
Didò su VDBD
"dolce" Morena Fanti
Riccardo Marassi


 

Un attimo

Felice/mente spossato/a,

un attimo è stato un attimo

neanche il tempo di pensarlo, l'attimo

un grande fiume caldo salito al cuore

e giù fino all'infinito, un attimo

è stato un attimo/ veloce come

cavaliere che rincorre la giumenta

scappata in un attimo e raggiunta

come fiume caldo fuggito dal cuore,

un attimo è stato un attimo.

 

F. Di Domenico 29 XII 2009

 

Un omaggio a due attimi, differiti,

ma unisonici.

 

 

 “…il culo del cammello, smuove le dune
 del deserto…”
 “Pensieri sullo sterco molle delle dune a
 nord di Rabat”
 
 di Zhui El Khan
 


  Il nuovo libro

       La mia prima antologia personale
       21 racconti/ventuno soluzioni di
       vita per chi crede di essere normale.
  
        
         le tre antologie
    che raccolgono miei racconti

        


       

     

    

    

    

    

Arte & Artisti di Famiglia



        

Maria Chiara Di Domenico "Deserto d'oro"

          Scultura & Pittura
          
          
               
                
Ahmed Al Safi
Nato in Iraq nel '71, allievo di Ismail Fattah
padre dell'arte irakena. Vincitore del premio
"Ismail Fattah 2000". L'arte di Al Safi, riflet-
te quella generazione di artisti che negli an-
ni novanta hanno vissuto il disagio dell'emb-
argo
e della dittatura saddamista e, succes-
sivamente dell' ulteriore sfacelo dell'
Iraq con
l'arrivo delle truppe straniere.
Vive e lavora a Issoudun in Francia, nella
splendida regione de "L'Indré".


 The Lord

The Saatchi Gallery - Contemporary art in London

Ahmed Al Safi - "Didò scrittore"




 

     


 

 

CERCA